realta-aumentata-ar-guida-completa

Realtà aumentata (AR): guida completa per comprenderne le potenzialità

Nonostante si parli di Realtà Aumentata (Augmented reality – AR) da ormai parecchi anni, questa tecnologia ha preso piede solo in tempi recenti, ossia dalla diffusione e dall’aumento delle prestazioni degli smartphones.
Non sarà certo entusiasmante come la realtà virtuale, tuttavia vi sono sempre più settori in cui dimostrandosi un valido alleato nella quotidianità.

Dai filtri sui social alle più complesse procedure chirurgiche, la realtà aumentata sta avendo un forte aumento di popolarità perché in grado di inserire elementi del mondo virtuale nella realtà, potenziandola.

Che cos’è la Realtà Aumentata (AR)? La definizione

La Realtà Aumentata è una versione potenziata della realtà dove elementi virtuali sono sovrapposti all’immagine che l’utente riceve del mondo reale, dando la percezione di una realtà arricchita.

La Realtà aumentata in parole povere

L’origine della definizione deriva dal concetto di aumentare, ossia far crescere, arricchire, amplificare.
Nel caso della Realtà Aumentata (detta anche AR dall’inglese Augmented Reality), grafiche, suoni e responsività sono aggiunti digitalmente alla nostra realtà per potenziare un’esperienza.

Realtà aumentata (AR) vs Realtà Virtuale (VR)

A differenza della realtà Virtuale che richiede la creazione di uno ambiente virtuale, la realtà aumentata usa l’ambiente circostante così com’è, sovrapponendovi semplicemente le informazioni virtuali.
Questo fa si che la Realtà aumentata si presti ad assistere gli utenti nei task di tutti i giorni, provvedendo le informazioni necessarie esattamente li dove e quando servono.

La Realtà Aumentata (AR): come è possibile fruirla

Ci sono principalmente 2 modi per fruire della Realtà Aumentata: attraverso dispositivi indossabili (occhiali o headsets) o attraverso il display di dispositivi mobili.

Dispositivi manuali per AR
Dopo il lancio di ARCore di Google e di ARKit di Apple, gli sviluppatori hanno ormai tutti gli strumenti necessari per integrare l’AR nelle loro app.
Vuoi vedere come starà quella libreria nel salotto? C’è un’app.
Vuoi popolare il soggiorno di mostri? C’è un’app.
Il numero di applicazioni basate sulla realtà aumentata aumenta esponenzialmente di giorno in giorno, e non si limitano ai soli giochi.

AR Headsets
Avrete probabilmente sentito parlare di headset e occhiali per la Realtà Aumentata come Microsoft HoloLens e Google Glass. Dispositivi di alta gamma che ci hanno fatti sognare con le loro demo e che purtroppo erano destinati a pochi.
Ma ormai la battaglia si è allargata, introducendo dispositivi dal prezzo decisamente più accessibile.

Come Vuzix Blade, smartglasses in grado di riprodurre lo schermo dello smartphone per controllarlo con il movimento delle mani.
Oppure Ora-2, simile a Google Glass ma con il displey mobile, che permette di scegliere la posizione ottimale per evitare distrazioni.

Realtà Aumentata (AR): alcuni esempi concreti

All’inizio la realtà aumentata era soprattutto utilizzata a scopo ricreativo per il gaming.
Tuttavia i possibili impieghi sono davvero innumerevoli, e possono andare dall’assistenza remota per le riparazioni all’uso militare, dal campo medico a quello commerciale.
Le possibilità sono quasi infinite.

In campo militare
L’Heads-Up Display (HUD) è un tipico esempio di come l’AR viene impiegata in campo militare. Uno schermo trasparente è posizionato direttamente nel campo visivo del pilota, su cui vengono mostrati i dati critici. Il termine “heads-up” (testa in su) si riferisce al fatto che la tecnologia permette al pilota di avere le informazioni che gli servono senza abbassare lo sguardo.
L’Head-Mounted Display (HMD) invece è usato dalle truppe di terra. I dati critici in questo caso vengono invece presentati su un dispositivo indossabile in modo da essere visualizzati all’interno del campo visivo.

In campo medico
In questo settore la Realtà aumentata ha trovato ampio spazio di impiego:
per fare pratica in ambiente controllato, per visualizzare in modo più chiaro complesse condizioni mediche, per ridurre i rischi di un operazione.

Selezione percorso e turismo
In entrambi i casi la realtà aumentata è ampiamente impiegata.
È possibile con il proprio dispositivo girare per una città, scoprirne i punti d’interesse.
Oppure visitare una mostra o un museo avendo a portata di mano le informazioni fondamentali.
Infine è possibile visitare dei siti archeologici e vedere in sovrapposizione, come si presentavano centinaia di anni fa.

Manutenzione e riparazione
Utilizzando un dispositivo indossabile è possibile per un meccanico avere tutte le informazioni necessarie per la riparazione di qualsiasi tipo e modello di motore.
Oppure potrebbe essere possibile essere seguiti a distanza dal proprio meccanico per performare piccoli interventi guidati durante situazioni di emergenza.

Il gaming
Come non citare il campo più ovvio, ovvero quello dei videogiochi, che attraverso l’AR e il VR troveranno nuova linfa.
Basti pensare solo al fenomeno di “Pokemon Go”:
la possibilità di visualizzare scenari e personaggi virtuali come parte del mondo reale crea possibilità di gioco e divertimento entusiasmanti.
Fra le app più popolari ricordiamo Ingress, SpecTrek, Temple Treasure Hunt, Ghost Snap AR, Zombies, Run! e AR Invaders.

In conclusione

La realtà aumentata (AR) è passata in definitiva da pura immaginazione a realtà nel giro di pochi decenni. Ci sono diverse possibità di impiego già disponibili o in fase di sviluppo.
Tuttavia questa tecnologia prenderà il volo quando si troverà il modo di impiegarla concretamente integrandola con la vita di tutti i giorni per aumentare la produttività, l’efficienza o la qualità di un’esperienza.

Articoli correlati:
.
.
.

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *