le-personas-cosa-sono-a-cosa-servono-come-si-creano

Le Personas: cosa sono, a cosa servono e come si creano

Progettare prodotti e servizi basandosi solo sulle preferenze del team e del committente è ormai una pratica superata, sostituita ormai universalmente dall’uso di approfondite user research per la creazione delle personas basate sui dati raccolti.

Le PERSONAS hanno lo scopo di umanizzare i dati, aiutandoci a comprendere chi sono le persone per cui si sta progettando.

Le personas sono personaggi di fantasia che vengono creati per rappresentare le diverse tipologie di utenti che potrebbero interagire con un prodotto o servizio.

Una persona è generalmente basata sui dati raccolti durante la fase di User Research e incorpora i bisogni e gli obiettivi del target, mettendone in luce abitudini e comportamenti.

Creare le personas aiuta a comprendere meglio gli utenti e le loro esperienze: è un modo per uscire da sé stessi e di calarsi nei panni di qualcun altro.

A cosa servono le Personas?

Che si stia progettando una app o un sito, è fondamentale avere sempre in mente chi userà il prodotto. Conoscere il proprio pubblico può aiutare a sviluppare funzionalità specifiche e a compiere le giuste scelte di design per rendere il prodotto più utile.
Le personas identificano il pubblico target rispondendo alle seguenti domande:

– Chi è il mio cliente ideale?
– Quali sono gli attuali comportamenti dei miei utenti?
– Quali sono i bisogni e gli obbiettivi dei miei utenti?

Comprendere le necessità dei propri utenti è fondamentale per sviluppare un progetto con successo.
Delle personas ben definite permetteranno di identificare correttamente gli obbiettivi degli utenti.

Come possono essere impiegate nel processo di UX design?

– Creare empatia
Creare una persona è come costruirsi le lenti attraverso cui vedere il mondo: significa cambiare prospettiva, per avvicinarsi il più possibile a quella degli utenti e prendere così le giuste decisioni

– Tenere a mente l’obiettivo
Avere un obbiettivo preciso è importante. Definire chi sono gli utenti palesa il fatto che non si sta progettando per TUTTI, o almeno non per tutti allo stesso tempo, altrimenti si correrebbe il rischio di progettare per “nessuno”.

– Comunicare con il team
Spesso i designers lavorano in team multidisciplinari con diverse competenze, conoscenze e prospettive. Il documento delle personas aiuta a comunicare i risultati delle user research ai membri del team che non hanno potuto collaborare a quella fase.
É un efficace modo di condividere dati importanti, e assicurarsi che l’intero team sia sulla stessa lunghezza d’onda avendo compreso a fondo chi siano gli utenti a cui il prodotto è destinato.

– Aiutare a prendere – e difendere – le decisioni
Quando si guarda il mondo con gli occhi di un utente, diventa molto più facile determinare quali siano le funzionalità prioritarie per il suo scopo.
E quando una scelta viene messa in discussione, è più facile difenderla attraverso dati concreti sugli utenti (riassunti appunto nelle personas) palesando quale sia la logica dietro quella decisione.

– Misurare l’efficacia
Controfigure delle personas possono essere utilizzate al posto gli utenti reali quando il budget o i tempi non consentono di implementare un processo iterativo. Le varie iterazioni possono quindi essere testate da qualcuno che rappresenterà la persona, verificando che sia in grado di eseguire il task assegnato proprio come durante un normale user testing.

Creare Personas e scenarios in 10 steps

Ci sono 4 fasi principali nella creazione delle personas:

– Raccolta e analisi dei dati (steps 1, 2),
– Stesura delle description delle personas (steps 4, 5),
– Ideazione degli Scenarios per l’analisi dei problemi e per lo sviluppo delle idee (steps 6, 9),
– Accettazione da parte di tutti gli stakeholders (steps 3, 7, 8, 10).

Anche se non è sempre possibile includere tutti gli steps, questi 10 rappresentano i passaggi ideali per la creazione delle personas:

1. Raccolta dati.

Innanzitutto è necessario collezionare il maggior numero di dati possibili sugli utenti, per mezzo di una user research con utenti reali e nel target.

2. Formulazione di ipotesi.

Basandosi sui dati raccolti, sarà possibile farsi un’idea delle tipologie di utenti su cui il progetto si focalizza, e di come si differenzino gli uni dagli altri.

3. Accettazione delle ipotesi.

Gli stakeholders possono confermare o rigettare le ipotesi formate confrontandole con i dati in possesso.

4. Identificazione del numero.

É necessario stabilire il numero di personas che ha senso sviluppare.

5. Descrizione delle personas.

Per creare la descrizione di una persona è necessario:
– includere dettagli sul suo titolo di studio, stile di vita, interessi, valori, obiettivi, bisogni, desideri, attitudini e modelli di comportamento
– Aggiungere qualche dettaglio personale per renderela più realistica
– Attribuirgli un nome

6. Identificazione delle situazioni.

Per creare scenarios efficaci si può partire dalla trascrizione di specifiche situazioni che potrebbero portare ad interagire con il prodotto, i così detti touch points.

7. Accordo fra i membri del team.

Anche se tutto il team dovrebbe partecipare alla creazione delle personas, può capitare che questo non sia possibile. Per questo è necessario che le scelte siano condivise e accettate da tutti i membri.

8. Condivisione del materiale.

É importante stabilire in anticipo come il materiale generato sarà reso disponibile non solo ai membri del team che non hanno potuto prendere parte allo sviluppo delle personas, ma anche ad eventuali membri che si aggiungeranno dopo, o a partners esterni.

9. Creazione degli scenarios

Le Personas prese da sole non hanno alcun valore, ma lo acquistano nel momento in cui vengono inserite in uno scenario, ossia la storia di come le personas utilizzeranno il prodotto.
Gli scenarios pertanto iniziano solitamente inserendo una persona in un contesto correlato al problema che vogliono o devono risolvere.

10. Revisione periodica

L’ultimo step riguarda il futuro delle personas con il progredire del prodotto.
Sarebbe opportuno rivedere periodicamente le descrizioni delle personas, perché in alcuni casi potrebbe essere necessario riscriverne alcune, aggiungere nuove personas o eliminare quelle obsolete.

Personas: qualche ultimo consiglio

La descrizione di una persona occupa tipicamente una pagina, il che richiede di focalizzarsi su ciò che è essenziale.

Per questo, la regola generale è: se non influenza la progettazione, omettilo.

Le personas sono essenziali per testare e validare il prodotto nella vita reale, quindi meglio evitare eccessi e caricature.

Conclusioni

In risposta a timeline di progetto più corte, le personas sono un eccellente strumento per identificare gli user needs in modo rapido ed efficace. Usando dati reali per costruire dei modelli di utenti, è possibile progettare con la certezza di soddisfare i bisogni di uno spettro più ampio di utenti.

Complessivamente, le personas sono una fondamentale linea guida durante l’intero processo di sviluppo di un prodotto.

In combinazione con le altre metodologie del processo di User Experience (come ad esempio lo user testing), le personas sono fondamentali per la progettazione di soluzioni utili e usabili.

Articoli correlati:

User Research: che cos’è e quali sono i suoi vantaggi
Usability Test: di cosa si tratta, quali sono i vantaggi e da dove iniziare
Guerrilla testing: di cosa si tratta, vantaggi e svantaggi

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *