ux-design-significato-e-valore

UX Design: cos’è e perché è importante

I servizi via web o app sono divenuti via via più complessi.
Quello che prima era fruizione mono direzionale, ora è diventato un mondo ricco di interazioni.

Ma al di la di quanto sia cambiato il processo di progettazione, il successo di un servizio dipende ancora da una singola cosa: come l’utente lo percepisce.

“Che valore mi trasmette? É facile da usare? É piacevole da usare?”

Queste sono le domande che si pone l’utente durante l’interazione con un prodotto o servizio, e che formano le basi della sua decisione se restare o andarsene.

Ma cos’è la User Experience?

La User Experience (abbreviata generalmente in UX) o esperienza utente, è come una persona si sente interfacciandosi con un prodotto o servizio.
Quindi non solo siti, applicazioni o software.

Chi lavora nello UX design studia e valuta cosa provano gli utenti nei confronti di un prodotto, osservandone la facilità d’uso, il valore percepito, l’utilità, l’efficienza nello svolgere un task, eccetera.

Lo UX design si occupa anche di tutti quei sotto-sistemi e processi contingenti ad un prodotto. Per esempio studia il processo di pagamento di un e-commerce per accertarsi che ciascun passaggio sia facile da usare e piacevole, o come migliorare e rendere meno gravosa la compilazione di una webform.

Perché lo UX design è importante?

Ai tempi dello user-centered design, dove ormai l’importanza di progettare per gli utenti dando risalto all’esperienza è cosa acquisita, sembra quasi inutile ribadirlo.

Ma per chi come me ha lavorato nel campo prima che tutto questo venisse assimilato come fondamentale, le cose erano ben diverse.

Prima che tutti comprendessimo il valore dello user-centered design, le decisioni su un prodotto venivano prese basandosi su 2 fattori: cosa noi designer pensavamo fosse bello, e cosa piaceva al committente.

Ci si concentrava sull’estetica e sul brand, con pochissima se non nessuna attenzione nei riguardi di chi avrebbe poi utilizzato il sito.

Ma l’ultimo decennio abbiamo assistito a enormi trasformazioni sul web. Non solo è diventato parte integrante del nostro quotidiano, ma si è diventato più complesso fornendo moltitudini di features che, per essere efficaci, devono essere progettate con coscienza.

Senza pensare poi a COME gli utenti accedono al web: un panorama vastissimo fatto di diversi tipi di connessioni, browsers e una moltitudine sempre più in crescita di device.

Con tutti questi rapidi cambiamenti, i servizi hanno dovuto mantenere il passo e distinguersi positivamente per sopravvivere, focalizzandosi sull’esperienza degli utenti e su come migliorarla.

Si ma… in soldoni?

Parliamo di cifre:
Forrester (la famosa compagnia di ricerca) riporta che i business leader nella customer experience hanno una crescita di fatturato nettamente maggiore rispetto ai propri competitors.

UserTesting inoltre afferma che per ogni dollaro investito in UX design, genera un ricavo fra i 2 e i 100 dollari.

C’è una “ricetta” per creare una perfetta UX?
Assolutamente no!

Non può esserci un unica soluzione che si adatti alle esigenze di tutti.

E una buona esperienza non può essere riutilizzata o copiata: non si può semplicemente “prendere” una UX e “appiccicarla” da un’altra parte.

Una buona esperienza è unica, e dev’essere progettata su misura per gli obbiettivi, i valori, i processi di produzione e il prodotto di quello specifico sito.

Articoli correlati:

Cosa fa in fin dei conti uno User Experience designer?
Esiste una definizione di User Experience Design?
User Research: che cos’è e quali sono i suoi vantaggi

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *